Candidatura spontanea e lettera di presentazione

Candidatura spontanea e lettera di presentazione


Candidatura spontanea e lettera di presentazione. Se siamo alla ricerca di un lavoro la candidatura spontanea e la lettera di presentazione rappresentano due modalità di informare l’azienda del nostro interesse per una determinata posizione. Come fare se l’azienda, in quel preciso momento, non ha libera l’occupazione che maggiormente ci stuzzica? In questo caso la candidatura spontanea è la migliore soluzione. Il problema è che ogni giorno le aziende ricevono decine di curriculum vitae di persone che decidono spontaneamente di contattarle e proporsi per l’assunzione.

Di qui, la necessità di proporre una candidatura efficace, che si differenzi dalle altre e faccia sì che il tuo profilo conquisti l’attenzione del Responsabile delle Risorse Umane. Se, fatto un bilancio delle tue competenze e aspirazioni professionali, hai individuato il settore cui puntare, allora sei pronto per inviare loro la tua candidatura spontanea. Solitamente le aziende ricercano candidati brillanti e determinati. Quindi è importante far trapelare da ciò che scriviamo  un atteggiamento positivo e fiducioso.

Candidatura spontanea e lettera di presentazione: come fare

Partiamo prima dalla candidatura spontanea. Come suggerimento, per prima cosa, recupera l’indirizzo di posta elettronica del Responsabile HR dell’azienda che hai individuato. Molte società lo indicano chiaramente nella sezione “Contatti” del loro sito web. Oltre alla gestione delle risorse umane, è sempre bene proporsi direttamente anche al responsabile dell’area aziendale in cui ti piacerebbe lavorare.

Passiamo ora alla composizione del messaggio, a cominciare dal suo elemento principale, l’oggetto. Questo deve essere chiaro e persuasivo, tale da catturare l’attenzione del destinatario. Nel campo dell’oggetto, dunque, è opportuno comunicare che quella che stai inviando è una candidatura spontanea per un determinato settore. Se l’oggetto sarà stato convincente, il corpo del messaggio dovrà invogliarlo a leggerlo da cima a fondo e spingerlo all’azione. In poche parole chiamarti per sostenere un colloquio ed approfondire la tua conoscenza. A questo scopo, nel corpo dell’email sarà bene inserire il testo della lettera di presentazione

Lettera di presentazione: suggerimenti

La lettera di presentazione accompagna il tuo curriculum vitae e ti consente in poche righe di raccontare chi sei, cosa cerchi e quali sono le tue motivazioni e le tue aspirazioni professionali.
Deve essere essenziale ed efficace, non deve contenere errori di ortografia e/o di grammatica. Al selezionatore devi comunicare in modo chiaro che sei interessato alla posizione a cui ti stai candidando, il perchè sei la persona giusta, qual è il valore aggiunto che puoi rappresentare per l’azienda.

La lettera di presentazione deve essere personalizzata: è necessario modellarla in base all’azienda e alla posizione per la quale ci si candida. Ecco alcuni consigli:

  • Informati in modo accurato sull’azienda e sulla posizione per cui ti candidi
  • Esprimi le motivazioni per cui ti stai candidando
  • Non scrivere troppo, cerca di essere sintetico e conciso e non commettere errori grammaticali e/o di ortografia.
  • Non essere troppo formale, utilizza un linguaggio chiaro e semplice
  • Descrivi le tue qualità senza esagerare, sii onesto e trasparente, specialmente se non hai alcuna esperienza lavorativa
  • Evidenzia le tue unicità
  • Non dimenticare i saluti alla fine della lettera e di ringraziare per l’attenzione
  • Se inviata tramite posta elettronica, la lettera di presentazione va scritta nel corpo della mail

Durante la stesura di questo documento è consigliabile evitare la standardizzazione ancora più che nella scrittura del Curriculum, cercando di adattare la presentazione delle motivazioni per cui ci si candida al variare del settore e della tipologia di azienda.

ESTERO

Lascia un commento