Come diventare Oss

Come diventare Oss: cosa fa l’operatore socio sanitario e come diventarlo


In ambito sanitario, è una delle figure più ricercate. Stiamo parlando dell’ OSS (Operatore Socio Sanitario), professione istiuita dalla conferenza Stato-Regioni il 22 febbraio 2001, può operare sia in ambito pubblico che privato. Da un punto di vista strettamente operativo, l’OSS, è operatore che affianca l’infermiere nella somministrazione delle cure. Inoltre deve supportare il paziente sia dal punto di vista fisico che da quello emozionale e umano. Infatti tutte le sue mansioni sono finalizzate a garantire l’autonomia e il benessere psico-fisico del paziente.

Come diventare OSS

percorso formativo dell’OSS è regolamentato dall’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2001 che definisce l’ordinamento didattico dei corsi, stabilendo che la formazione di questa figura è di competenza delle Regioni e delle Province autonome, le quali provvedono all’organizzazione dei corsi in base al fabbisogno di personale annualmente determinato. Tali corsi sono generalmente organizzati da enti di formazione accreditati dalla Regione, pertanto sono riconosciuti a livello nazionale.

Il corso ha le seguenti caratteristiche:

  • Una durata massima di 18 mesi, con un monte ore complessivo di 1000 ore (di cui circa 550 di tirocinio), un’articolazione in moduli didattici, di base e professionalizzanti, suddivisi tra ore di lezioni teoriche e di tirocinio (il tirocinio è guidato e si svolge presso le strutture sanitarie e socio-assistenziali pubbliche e private nel cui ambito è prevista la figura professionale dell’OSS)
  • L’insegnamento di materie nelle seguenti aree disciplinari: socio-culturalepsicologico-socialeigienico-sanitariatecnico-operativa

Al termine del corso è previsto un esame finale che si articola in una prova pratica e una prova teorica, da sostenere davanti ad una commissione giudicatrice. A coloro che superano l’esame con esito positivo verrà rilasciato, ai sensi dell’art. 14 della legge 845/78, l’Attestato di Qualifica di I livello di Operatore Socio Sanitario, valido su tutto il territorio nazionale.

Requisiti di ammissione al corso

  • Aver compiuto 18 anni o aver conseguito l’attestato di qualifica professionale se minorenni;
  • Possedere il diploma di scuola secondaria di primo grado (terza media)
  • In caso di cittadinanza straniera, conoscere la lingua italiana: il livello di conoscenza è certificato da un titolo di studio conseguito in Italia o da un attestato di livello A2 rilasciato da un ente certificatore.

Le mansioni dell’OSS

L’Operatore Socio Sanitario aiuta le persone nel soddisfare i bisogni primari. In particolare le sue mansioni sono:

  • l’aiuto e l’assistenza della gestione della casa e nelle attività quotidiane di igiene personale del paziente;
  • svolgere la funzione di ascoltatore e di collegamento tra il paziente e la famiglia;
  • supporto alle attività infermieristiche e tecnico-sanitarie;
  • collaborazione con il personale sanitario e sociale per realizzare un adeguato progetto assistenziale per persone con problemi psichici o disabilità, anziani con problemi sociali e sanitari, degenti in ospedale e ragazzi problematici.

Infine ricordiamo che L’Operatore Socio Sanitario (OSS) costituisce una figura per l’aiuto a domicilio oppure nelle cliniche dei pazienti.

ESTERO

Lascia un commento