Curriculum vitae

Modello Curriculum Vitae quale formato scegliere


Modello Curriculum Vitae quale formato scegliere. Un curriculum vitae facilmente leggibile sarà senza alcun dubbio più apprezzato di un curriculum scritto in maniera disordinata e confusa. Però una volta conclusa la stesura del CV, bisogna capire quale formato sia migliore il documento per renderlo più interessante agli occhi del recruiter.

Modello Curriculum Vitae quale formato scegliere

Questa è la vera domanda che bisogna evadere. Il formato senza dubbio è una componente che incide sulla buona presentazione del nostro CV. In giro ce ne sono molti. La scelta potrà essere sia di carattere estetico che funzionale. In ogni caso, ognuno di essi presenta delle peculiarità. Andiamo a scoprire quali sono quelli più utilizzati.

Curriculum anticronologico

È il formato più usato, le informazioni vengono inserite seguendo un ordine anticronologico, cioè vengono elencate le esperienze di lavoro dalla più recente alla più datata, perché il datore di lavoro è più interessato alle ultime attività che hai svolto che a quelle di 10 anni prima!
Di solito ha un formato semplice e si cerca di rimanere entro una pagina.

Curriculum funzionale o tematico

È un curriculum utile per chi ha avuto più esperienze professionali in due o tre settori differenti. In questo caso, conviene raggruppare le esperienze fatte nello stesso settore e non seguire un ordine cronologico,
le informazioni vanno distinte per tema o argomento, evidenziando così le competenze acquisite.

Curriculum creativo

Il curriculum Infografico è un esempio di curriculum creativo, ma che non si distanzia molto dal curriculum classico. Infatti, la struttura è simile, ciò che cambia è il modo di presentare le informazioni.
Di fronte all’enorme quantità di curriculum che si accumulano sulle scrivanie dei direttori del personale, uno dei modi migliori per farsi notare, per emergere tra tutti quei comuni fogli bianchi stampati in Times New Roman, è la progettazione del proprio curriculum vitae.
Un CV suggestivo e visivamente accattivante e che permette di esprimere al meglio la propria personalità, potrebbe rappresentare una scorciatoia per finire sul tavolo di chi seleziona il personale e chissà, indurlo ad alzare il telefono e convocarci per un primo colloquio.

Curriculum Europeo – Europass

Il formato Europeo “classico”, che è stato usato fino a qualche anno fa non si usa quasi più, perché non è di facile lettura e, anche chi ha poche esperienze arriva a due pagine, un selezionatore ci mette troppo per leggerlo, inoltre è adatto solo a chi ha una professionalità elevata.
Al formato Europeo è subentrato il CV Europass, più accattivante anche se il problema della lunghezza non è stato risolto!

Video curriculum

È un video di non più di 2 muniti in cui il candidato fa una presentazione di sé stesso, è un modo per avvicinarsi alle aziende in modo più diretto e veloce.
Per le aziende, infatti, il video curriculum è comodo perché permette di effettuare in tempi brevi una prima scrematura dei candidati
Ma fate attenzione, questo strumento non va bene per tutti, se sei una persona ansiosa o timida, in un video si noterà sicuramente e quindi questo formato forse non fa per te.

Ad ogni azienda arrivano decine di CV al giorno e perché il tuo venga notato deve essere personalizzato e realizzato ad hoc per quella professione, il selezionatore non impiega più di 20 secondi per visionare un curriculum, quindi bisogna scriverlo in modo che attragga immediatamente chi lo legge.

ESTERO

Lascia un commento