Assegno di Accompagnamento 2018

Assegno di Accompagnamento 2018: ecco tutti i dettagli


Assegno di Accompagnamento 2018: Tutte le novità per quanto riguarda l’importo, i beneficiari dell’Assegno di Accompagnamento e sopratutto come farne richiesta.

Assegno di Accompagnamento 2018 – cos’è?

Oggi dedichiamo un articolo a spiegarvi tutte le informazioni che riguardano l’Assegno di Accompagnamento del 2018 che viene erogato dall’INPS.

L’assegno di Accompagnamento viene erogato, appunto dall’INPS a favore di tutti coloro che sono invalidi civili e che hanno bisogno di un’assistenza continua ed ininterrotta.

La novità riguarda l’importo, il quale quest’anno risulta essere di maggior quantità, ovvero si parla di 515,43 euro al mese.

I requisiti richiesti sono:

  • il richiedente deve avere invalidità al 100% per malattie o psichiche o fisiche;
  • deve non essere in grado di svolgere attività quotidiane se non con l’aiuto di un accompagnatore;
  • essere cittadino italiano;
  • avere residenza in Italia.

L’importo, che abbiamo detto essere pari a 515,43 euro al mese, viene erogato a partire dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda. E comunque non per più di 12 mesi consecutivi.

Questo tipo di assegno non potrà essere erogato se la persona che ne fa richiesta percepisce altre invalidità. Ad esempio contratte a causa di guerra, di lavoro o di servizio. Invece risulta essere erogabile anche se la persona che lo richiede percepisce altre indennità assistenziali. Come la pensione di inabilità civile o le pensioni dirette ed indirette.

Ogni anno, in base all’inflazione e all’aumento e quindi andamento del costo della vita, l’INPS procede ad aggiornare l’importo. E non sono previsti limiti di reddito, inoltre non è soggetta ad Irpef, quindi non sussiste la necessità di inserirla nella dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda la domanda per poter usufruire dell’Assegno di Accompagnamento, dovrete seguire i seguenti passaggi.

Prima di tutti bisognerà chiedere al proprio medico di famiglia un certificato che attesti la percentuale di invalidità che la Commissione medica ha riconosciuto. Dopo bisognerà inviare il modulo della domanda all’INPS. Questo passaggio potrà essere fatto servendosi di un Caf o patronato o direttamente inviandola tramite web all’INPS stessa. A questo punto, l’INPS fisserà una data per svolgere una visita media presso l’ASL con la Commissiona medica. Una volta superata la visita, la Commissione si occuperà di inviare i documenti all’INPS e quindi la prestazione verrà erogata.

Assegno di Accompagnamento 2018

Registrati a Cliccajob

Condividi:

BONUS, ITALIA

Lascia un commento