Tasse

Tasse: le novità dopo le elezioni 2018

Tasse: tutti i cambiamenti che riguarderanno le famigerate tasse dopo le elezioni che hanno visto in testa il Centro Destra e il Movimento 5 Stelle. Vediamo quali sono i programmi che le due parti vorrebbero attuare e quindi le eventuali conseguenze economiche sulle famiglie italiane.

Tasse – cosa cambierà con il nuovo Governo

Come oramai è risaputo, le elezioni di Marzo 2018 si sono concluse con un risultato che vede in testa il Centro Destra e il Movimento 5 Stelle. Nessuno dei due però ha raggiunto il 40% dei voti totali, cosi come previsto dalla Legge Elettorale.
Dunque il nuovo Governo che si dovrà formare da qui a breve tempo, dovrà, per forza di cose, essere gestito da “un’alleanza” tra i due primi partiti.
Infatti i due schieramenti dovranno confrontarsi tra loro ma soprattutto confrontare i loro programmi elettorali.

Dal momento che, durante le campagne elettorali, tanto si è discusso della politica fiscale, ovvero di come i due schieramenti vorrebbero rinnovare il fisco italiano. è sicuramente noto le conseguenze in materia di tasse.

Il centro destra ha infatti portato avanti la scelta di attuare la flat tax. Ovvero si tratta di una tassa sul reddito ad aliquota unica, a differenza della situazione attuale, dove le aliquote crescono proporzionalmente alla crescita del reddito. In pratica viene stabilita una sola aliquota, la piu bassa di tutte inducendo così riduzione dell’evasione fiscale.
Infatti una tassa piatta applicata in una misura percentuale fissa del 15-20% innescherebbe in sostanza un meccanismo virtuoso capace di ridurre il fenomeno dell’evasione.

Inoltre la coalizione ha anche proposto la possibilità di una no tax area fino a 12mila euro.

Mentre il Movimento 5 Stelle ha inserito, nel suo programma, la riduzione delle aliquote Irpef con una no tax area fino a 10mila euro. Ma non solo, perchè il Movimento prevede anche agevolazioni per le piccole e medie imprese. Infatti è previsto il taglio del cuneo fiscale, per favorire l’occupazione ed infine anche la riduzione dell’Irap, ovvero l’imposta regionale
sulle attività produttive).

Insomma, le novità riguardanti le tasse sono molteplici. Non ci resta che osservare se tutte queste “manovre” verranno effettivamente introdotte.

Tasse

Registrati a Cliccajob

Condividi:

INCENTIVI, ITALIA, LAVORO

Lascia un commento